fbpx

Valerie Galloway

Valerie Galloway è un’artista contemporanea di origine francese. Si è laureata all’Università dell’Arizona nel 1987 con un master in fotografia e ha vissuto a New York per molti anni prima di stabilirsi a Tucson, in Arizona.

La pratica di Galloway comprende fotografia, pittura e tecniche miste. Le fotografie stampate ai sali d’argento sono talvolta dipinte a mano; i soggetti mostrano particolare fascinazione per i nudi, la street photography e il vicino deserto di Sonora. Le immagini ricordano il voyeurismo di Eugene Atget, un certo mistero tipico di Man Ray e la sperimentazione della Nouvelle Vague. Accolgono l’influenza della tradizione culturale francese e la associano a certi riferimenti tipici del deserto americano, mentre allo stesso tempo rendono omaggio ai surrealisti degli anni Trenta. Realizza, inoltre, piccole cornici fotografiche in ferro e monili unici contenenti una stampa ai sali d’argento, spesso dipinta a mano.

Le sue opere sono state esposte presso la galleria di Micamera dal 23 maggio al 22 giugno 2024. La mostra è stata curata da Chris Pichler, fondatore e direttore di Nazraeli Press, e Giulia Zorzi. È proprio Chris Pichler che ha scoperto e si è innamorato del suo lavoro. Da questo innamoramento è nato il libro “Rêver Dans le Désert”, elegantemente rilegato in una copertina di seta color caffè. Come spesso accade sulle pareti della galleria di Micamera, la mostra è nata dal libro.

Qui vai alla mostra

Opere

Untitled
Stampa ai sali d'argento
Virata con te/caffè
Edizione di 25
750 + IVA