Fernweh – Teju Cole

MACK, 2020
Copertina rigida, 21 x 30,5 cm
Fotografie a colori
Lingua inglese

COD: CON656-4 Categoria:

Non c’è nostalgia in Fernweh, ma sfogliando questo libro non si può non pensare ad una scomparsa. Senza tragedia, ma pur sempre una scomparsa.

La Svizzera per Teju Cole è un luogo al contempo meraviglioso e contraddittorio, dove gravi casi di povertà e altrettanto gravi casi di razzismo si nascondono dietro immensi manifesti raffiguranti la purezza alpina. Nell’arco di cinque anni (2014-2019), Cole trova un modo decisamente nuovo di guardare ad un Paese che per quasi due secoli è stato la quintessenza della perfetta esperienza turistica. Mantiene la pazienza e i toni miti dei luminari della fotografia europea contemporanea, ma la tensione costruttivista di queste immagini è personalissima.

Fernwek medita sulla parola tedesca che significa “desiderio di essere altrove”. Tenendo questo concetto come sottofondo costante, Cole riesce a creare un piccolo mondo all’interno di quello in cui già viviamo e che conosciamo, tracciando l’anatomia di una Svizzera che, sebbene in gran parte priva di presenza umana, è estremamente ricca di tracce, non sempre idilliache, lasciate dall’uomo.

CON656-4
Peso 1 kg
ISBN

978-1-912339-54-9

Ti potrebbe interessare…