Fiume – Valentina D’Accardi

 20,00

Danilo Montanari Editore, 2016
Copertina morbida, 16,5 x 24 cm
80 pagine, fotografie e disegni in b/n
Lingua italiana

Disponibile

La storia di una donna gettatasi nel fiume Reno a Bologna all’inizio degli anni settanta del secolo scorso.

“Elsa Mengoli scompare a Bologna l’11 maggio 1972. Indossa “una gonna marrone e una maglia grigia”. Lo stesso giorno viene avvistato il corpo di una donna nel canale Navile, e poi nel fiume Reno. Pare inafferrabile: per una settimana le ricerche sono vane.

Il cadavere si ferma spontaneamente dopo ben otto giorni di viaggio attraverso la Pianura Padana, in un’altra provincia, sotto il ponte di Traghetto a Santa Maria Codifiume, nelle campagne del Ferrarese. Viene identificato grazie alla fede nuziale e un brandello di vestito: è Elsa Mengoli “La bolognese madre di 3 figli che a scopo di suicidio si era gettata nel Reno”.

Presso l’Emeroteca dell’Archiginnasio di Bologna ho rintracciato i 4 articoli originali del ’72 de “Il resto del Carlino” che descrivono la vicenda nei dettagli. Ho quindi potuto ricostruire, mappare ed interpretare lo stesso viaggio che il corpo ha compiuto prima di essere trovato e sepolto, esplorando gli stessi paesaggi che la donna aveva “visto” 45 anni prima, per l’ultima vota, seguendo per giorni gli argini del fiume.

Ad ogni scatto sono associate le coordinate di latitudine e longitudine: il percorso è tracciabile e ripercorribile.

Quando compaio nelle fotografie (alcuni sono autoscatti) indosso i vestiti che lei aveva il giorno della scomparsa e porto uno scialle bianco. Lo aveva cucito proprio Elsa negli anni ’60 per sua figlia Edda, che all’epoca aveva 11 anni. È arrivato a me perché Edda è mia madre.

Elsa Mengoli era mia nonna.”

Valentina D’Accardi

Ti potrebbe interessare…