Gerda Taro: Inventing Robert Capa

 95,00

Jonathan Cape, 2013
Copertina rigida, 21.5 x 26.5 cm
246 pagine, fotografie in b/n
Lingua inglese

Condizioni generali perfette

Disponibile

COD: RAR5820 Categorie: , Tag: ,

Nel 1934, a Parigi, una giovane emigrata ebrea, Gerda Pohorylles, incontra un esule politico ungherese, André Friedmann. I due si reinventano come i fotografi Gerda Taro e Robert Capa, che diventerà tra i più importanti fotoreporter della sua generazione. Quando Gerda fu uccisa nella guerra civile spagnola all’età di ventisei anni, per Robert Capa fu un lutto molto doloroso. Nonostante la leggenda costruita intorno a lei, con il passare del tempo divenne una semplice nota a piè di pagina nella storia di Capa. Settant’anni dopo la sua morte, fu scoperta in Messico una valigia a lungo perduta, contenente migliaia di negativi di Capa e Taro. La cosa più sorprendente è che la “valigia messicana” ha dimostrato che le fotografie attribuite in precedenza a Capa erano in realtà opera di Taro. Il libro di Jane Rogoyska ripercorre la vita di Taro e rivela la profondità del suo rapporto con Capa.

Fotografie di
• Gerda Taro / International Center of Photography / Magnum Photos
• Robert Capa / Collezione Capa / Magnum Photos
• Fred Stein / International Center of Photography

RAR5820
Peso 2 kg

Ti potrebbe interessare…