Images imaginées, 12 photographes contemporains et la pensée de Gaston Bachelard – John Batho e Nadhira Lekehal

 35,00

Contrejour, 1984
Copertina rigida, 23×23 cm
87 pagine, fotografie in b/n e a colori
Lingua francese

Condizioni generali ottime, lievi tracce alla copertina

Disponibile

COD: MAE872-5 Categoria: Tag:

Realizzato in occasione del centenario della nascita del filosofo francese Gaston Bachelard, il libro Images imaginées riunisce il lavoro di dodici fotografi contemporanei fra cui Ghirri, Fontcuberta, Faucon, Mercier e molti altri. Lo scopo dell’opera, oltre a mettere in luce le possibili relazioni tra fotografia e scrittura, è stabilire un rapporto tra il pensiero filosofico di Gaston Bachelard e la ricerca visiva svolta dai fotografi impegnati nel progetto. Il filosofo francese guarda all’immagine poetica come un vero e proprio oggetto di studio. In questo senso, il fotografo è in grado di creare delle images imaginées (immagini immaginate), che sono, per Bachelard, “sublimazioni di archetipi piuttosto che riproduzioni della realtà”. L’immagine che sogniamo o verso cui tendiamo a volte ha una presenza maggiore rispetto all’immagine che vediamo. La fotografia, in questo senso, più spesso mostrata al pubblico non modifica il codice dei valori visivi e non fa evolvere lo sguardo oltre il “conosciamo ciò che vediamo”. Tuttavia, quello prodotto dall’immaginazione dei fotografi può fungere da sostegno alla teoria secondo cui la fotografia possiede il potere di andare oltre diventando così un’espressione visiva originale e autonoma. L’immaginazione, considerata da Bachelard come “una grande potenza della natura umana”, è una facoltà di produrre immagini che cantano la realtà. L’immaginazione creativa ci distacca sia dal passato che dalla realtà e si apre al futuro.

MAE872-5
Peso 1 kg