fbpx
Micamera.com è la più grande libreria specializzata in fotografia italiana. Libri rari, firmati da collezione.

Misurazioni. Fotografia e Territorio – Mario Cresci (Nuova edizione)

Misurazioni. Fotografia e Territorio – Mario Cresci (Nuova edizione)

 25,00

Yard Press, 2020
Copertina morbida, 24×17 cm
176 pagine, fotografie in b/n
Lingua italiana

 

Disponibile su ordinazione (tempo d'attesa: 5 giorni)

Mario cresci nasce a Chiavari nel 1942. La sua pratica fotografica indaga la realtà più che produrre immagini fini a se stesse. Cresci contamina la sua produzione includendo l’apporto di altre discipline come la grafica, il disegno, il video, la pittura e la performance.

Il suo lavoro svolto in Basilicata dal 1967 ad oggi può essere considerato come uno dei primi interventi in Italia sulla cultura materiale del Mezzogiorno. 

“Misurazioni” è il senso, il modo di condurre e vivere un lavoro sul campo in un ambito ben preciso e ricco d’implicazioni. Allo stesso tempo, è occasione di analisi di un comportamento riferito sia al mezzo fotografico che alla realtà sociale. Il fotografo riprende oggetti inizialmente nel proprio ambiente, dopodiché in studio, confrontandosi con la tradizione del Mezzogiorno e con la creatività degli anziani che li avevano realizzati al di fuori di un uso commerciale.  Accostando le varie immagini realizzate, Cresci crea analogie tra segni, forme e significati a testimonianza del modo in cui il rapporto uomo-ambiente ha creato una forte identità legata al luogo, passando attraverso valori d’uso e credenze.

La seconda parte del libro è la conseguenza di un corso di design organizzato dalla cooperativa “Laboratorio Uno” a Matera. La proposta dell’iniziativa era quella di intervenire nel settore dell’artigianato artistico, al fine di creare nuove aree occupazionali e professionali alternative al mito della laurea e del “posto fisso”. E’ da qui che nasce la riflessione di Cresci sull’identità storico-culturale della regione Basilicata, che appartiene non solo al passato ma soprattutto ad un presente che continua ad esportare forza lavoro e forza intellettuale.

«Il paesaggio lucano come “geografia umana” non è èiù inteso come luogo di contemplazione (assente dai significati di vita e di lavoro che in esso si svolgono), ma come sede di continui mutamenti dovuti ai rapporti economici di una regione che troppo spesso viene relegata genericamente nel sottosviluppo degli anni ‘50»

Mario Cresci

Il libro viene pubblicato in una nuova edizione il cui interno è rimasto invariato, ma con l’aggiunta di una nuova prefazione scritta da Achille Filipponi e con una estesa intervista all’autore, sulla sua ricerca fin dagli esordi, a firma di Francesco Angelucci.

Informazioni aggiuntive

Peso1 kg
Dimensioni16 × 24 cm
Giorni di attesa

5

SKU: TIP118-1 - Vuoi aiuto? Contattaci Lascia un commento

Category:

Tag: ,