MOHAMED BOUROUISSA – TEMPS MORT

 100,00

Etudes Books, 2014
Copertina rigida, 24×33 cm
140 pagine, fotografie a colori
Lingua inglese e francese

Condizioni generali perfette, tracce lievi alla copertina

Disponibile

Libro d’artista basato sull’opera omonima dell’artista franco-algerino, una serie fotografica e un video realizzati con la collaborazione di un detenuto dell’istituto penitenziario in cui è rinchiuso, via SMS e MMS, grazie a un cellulare introdotto clandestinamente in prigione.
Temps Mort, il cui titolo è preso in prestito da un pezzo del rapper Booba, è prima di tutto il nome di un film diretto da Mohamed Bourouissa nel 2009, durante i suoi studi a Le Fresnoy, che è stato ampiamente proiettato in numerose mostre e festival.
Il libro ripercorre la genesi meno nota del progetto: 21 fotografie scattate un anno prima, 300 SMS e MMS scambiati tra l’artista e Al, un amico detenuto, il tutto nell’arco di otto mesi. Mohamed Bourouissa dà vari piani o istruzioni di inquadratura ad Al, che fotografa il suo ambiente nella bassa risoluzione che gli consente il suo cellulare.
Le immagini sono essenziali, topografiche, ma il loro trattamento rivela la sospensione del tempo che si verifica quando si è privati ​​della vita esterna, la vita quotidiana elusa di “questo assente sociale imprigionato”, dando loro una poesia che le allontana dall’estetica giornalistica. Sembrano, in un primo momento, essere una specie di riflesso.
Temps Mort riunisce queste 21 immagini e archivi, intervallate da una selezione di SMS che ripercorrono gli scambi tra Al e Mohamed Bourouissa e l’evoluzione del loro dialogo artistico attraverso il cellulare, unico legame dei detenuti con il mondo fuori. Poche pagine bianche, su cui compare soltanto una data, scandiscono l’opera e sottolineano l’allungamento del tempo, questa nozione altamente soggettiva che assume un nuovo significato nella carcerazione. Tempo scaduto.

Peso 2 kg
ISBN

978-2-36962-001-3

Ti potrebbe interessare…