Véhiculaire & Vernaculaire – Stephen Shore

 54,00

Atelier EXB, 2024
Copertina rigida, 22 x 27 cm
190 pagine, 150 fotografie a colori e b/n
Lingua francese

Disponibile su ordinazione

Giorni di Attesa: 15
COD: MAE1456 Categorie: , Tag: , ,

Catalogo della mostra presso la Fondazione Henri Cartier-Bresson di Parigi, curata da Clément Chéroux, questo libro esamina il lavoro di Stephen Shore attraverso il prisma della “fotografia veicolare”. A partire dagli anni Sessanta, Shore ha realizzato la maggior parte delle sue immagini da un mezzo di locomozione, sia esso un’automobile, un treno, un aereo o anche, più recentemente, un drone.
Il viaggio, importante quanto la destinazione, diventa un pretesto per sperimentare e costruire un’opera fotografica unica nel suo genere. Così facendo, Stephen Shore esplora gli aspetti vernacolari del paesaggio contemporaneo e ciò che essi rivelano della complessa società americana.

Il libro presenta una dozzina di serie in ordine cronologico: dagli scatti in bianco e nero a Los Angeles, quando Shore aveva solo 21 anni, passando per le due serie che l’hanno reso celebre – American Surfaces e Uncommon Places – fino alla più recente Topographies, concepita a cavallo tra il 2020 e il 2021 utilizzando una fotocamera montata su un drone.
Le immagini sono punteggiate da estratti di una lunga intervista tra Stephen Shore e Clément Chéroux. Entrambi gli autori, inoltre, hanno scritto un saggio sul tema del road trip fotografico, un genere a sé stante nella storia della fotografia, da Jacques Henri Lartigue a Man Ray, da Robert Frank a Joel Meyerowitz, da Garry Winogrand a Lee Friedlander, solo per citare alcuni autori.

MAE1456
Peso 2 kg
Giorni di attesa

15

Ti potrebbe interessare…