Where Does the White Go – Piergiorgio Casotti (firmato)

 30,00

Self, 2016
Copertina morbida, 21 x 27 cm
112 pagine, fotografie in b/n
Lingua italiana

Copie firmate dall’autore

Disponibile su ordinazione

Giorni di Attesa: 20

Il rumore bianco può essere descritto come un suono che si sente come un sibilo leggero, simile al suono del fruscio del vento tra gli alberi o una cascata, per esempio…

Nella pratica però il rumore bianco non esiste: si tratta di un’idealizzazione teorica e in questo caso sono le pagine bianche del libro che diventano un pretesto per rendere omaggio al modo di vivere e sentire la montagna proprio degli abitanti dell’appennino emiliano.
E’ una meditazione sul silenzio del paesaggio ma anche la suggestione della montagna come fuga, della montagna come ritorno, ma soprattutto della montagna come casa.

In questo bellissimo e complesso lavoro di fotografia e scrittura, i volti appaiono e svaniscono e le storie si tramandano di bocca in bocca per diventare spesso leggende.

Nel suo libro ‘Gödel, Escher, Bach: un’eterna ghirlanda brillante’, Douglas R. Hofstadter utilizza queste parole:
“Si pensi, ad esempio, ad uno scrittore che sta cercando di esprimere certe idee che possiede sotto forma di immagini mentali. Egli non è del tutto sicuro di come queste immagini si armonizzino l’una con l’altra nella sua mente e sperimenta esprimendo le cose prima in un modo, poi in un altro; infine si ferma su una particolare versione. Ma egli sa da dove tutto ciò proviene? Solo vagamente. La maggior parte della sua fonte, come un iceberg, è immersa profondamente sott’acqua, non visibile, ed egli lo sa”.

Copie firmate

 

Peso 1 kg
Dimensioni 21 × 27 cm
Editore

Anno

2016

Copertina

Morbida

Pagine

112

ISBN

8890869577

Giorni di attesa

20

Ti potrebbe interessare…